Chiesa dell’Annunziata. Il mancato finanziamento.

Particolare volta del transettoIn merito all’interrogazione del nostro Partito circa il finanziamento di 36 mila euro destinato alla Chiesa dell’Annunziata, vogliamo esprimere profonda insoddisfazione riguardo le motivazioni comunicate dall’assessore competente Cerilli nell’ultimo Consiglio comunale.

Dallo studio della documentazione pubblica emerge una forte distonia tra le ragioni portate dall’Assessore in Consiglio comunale ed il compito assegnato dal MIBACT all’Ente Attuatore”, ovvero al Comune di Terracina.

In particolare, nel “Decreto del Segretario generale“, datato 08 marzo 2018, pubblicato ufficialmente sul sito del Ministero e facilmente reperibile da chiunque ne abbia un qualunque interesse ormai dal lontano “13 aprile“, vengono stabiliti non solo le finalità del decreto stesso, ma anche le modalità di individuazione degli interventi destinatari del finanziamento, i tempi, i modi, la documentazione necessaria e la procedura di pubblicazione.

In parole semplici, viene tracciato l’intero iter amministrativo che avrebbe permesso all’amministrazione comunale di reperire il finanziamento previsto per una prima e simbolica rinascita della nostra chiesa medievale.

In questo contesto, grave ci appare il silenzio dell’assessore circa la conoscenza di ben due progetti prodotti da cittadini ed associazioni, atti al recupero parziale dell’Annunziata: ll primo di questi ha permesso l’accesso ai fondi; il secondo, in ragione dell’importo finanziato, proponeva un’apertura parziale del sito.

Quanto accaduto, quindi, non fa altro che dimostrare l’ennesima disattenzione di questa amministrazione, rispetto al recupero, la valorizzazione e la riapertura dei beni culturali della nostra città, alcuni dei quali, è bene ricordarlo, sono ormai  restaurati da tempo, ma chiusi alla fruibilità dei cittadini (Castello Frangipane e Chiesa di San Domenico).

Una consuetudine che, al di là dei proclami del Sindaco, non ha permesso negli ultimi anni una concreta possibilità di rilancio del settore turistico.

L’auspicio del Partito Democratico, è che l’Assessore Cerilli possa rimediare, recuperando il suddetto finanziamento, che è bene chiarire, andrebbe ad integrare quello di 500 mila euro destinato dalla Sovrintendenza alla Chiesa dell’Annunziata.

Un atto a nostro avviso doveroso rispetto alle aspettative di una cittadinanza da troppo tempo privata dei “suoi luoghi storici e della sua memoria“.

Il Partito Democratico