Piano delle Antenne

Nell’ultimo Consiglio comunale, attraverso la nostra consigliera, Valentina Berti, è stata presentata e discussa la mozione riguardo l’istallazione delle antenne di telefonia mobile dislocate sul l’intero territorio comunale.

Abbiamo richiesto ed ottenuto dal Consiglio comunale, che si è espresso con un voto unanime e favorevole, una serie di impegni tra cui l’aggiornamento del PRAEET, rimasto fermo al 2009, e oggi inadeguato a trattare le nuove tecnologie prodotte negli ultimi anni.

Per maggiore conoscenza, chiariamo che l’intera materia è regolata dalla “Legge Gasparri” che individua le reti di telecomunicazione mobile come opera infrastrutturali di primaria importanza e pertanto necessarie allo sviluppo della tecnologia mobile sull’intero territorio nazionale.

Con il P.R.A.E.E.T., invece, si può provare a regolarle l’istallazione delle antenne in maniera più corretta e rispettosa del diritto alla salute. Parliamo uno strumento di pianificazione settoriale attraverso cui l’Amministrazione realizza la gestione territoriale delle infrastrutture di telecomunicazione che permette di attuare il principio di minimizzazione del rischio di esposizione della popolazione alle fonti di inquinamento elettromagnetico dislocate nel territorio, dotando l’Ente ed i cittadini di un efficace strumento di controllo e di tutela.

Possiamo ritenerci soddisfatti del lavoro svolto e del risultato sinora raggiunto, viste anche le vibranti proteste cittadine che hanno preceduto ed accompagnato lo svolgimento del Consiglio comunale in ragione di una prossima istallazione in uno dei quartieri centrali e più popolosi della città.

Siamo convinti che già nel passato doveva essere fatto di più dall’attuale amministrazione comunale e che l’aggiornamento del PRAEET non è sicuramente una soluzione risolutiva della vicenda. Tuttavia, adeguarlo, ci permetterà comunque di avere uno strumento utile sia alla conoscenza del problema, sia alla tutela della salute delle persone.

Il Partito Democratico.