Leggi tutto “Solo Terracina può dare un segnale forte e chiaro #25settembre”

">
Pd Terracina Urbanistica Solo Terracina può dare un segnale forte e chiaro #25settembre

Solo Terracina può dare un segnale forte e chiaro #25settembre

pubblicato il 25 Agosto 2022 da admin

Terracina, 25 agosto 2022

Mai come in questo momento Terracina può dare un segnale forte e chiaro dopo quello che è successo

La candidatura di Rita Visini all’uninominale del collegio Terracina-Cassino, che a Terracina è nata e vissuta e che ha radici profonde in questa città, è l’occasione per dare un forte segnale alternativo al centrodestra dopo vent’anni di amministrazione sfociata in una vicenda giudiziaria che lascia una ferita profonda in questa Comunità. Lo è per Terracina e per tutti i Comuni del collegio che oggi hanno una maggioranza di centrodestra. Una vicenda tutt’altro che chiusa, che avrà il suo formale corso e per la quale ribadiamo la totale fiducia nell’operato della magistratura affinché venga fatta piena luce nel rispetto e nelle tutele di tutti. Non ci sorprende la nota del segretario di Fdi Fabio Minutillo che, nel presentare la loro candidata, anticipa l’esito delle indagini con una sorta di autoassoluzione. Non è stato l’unico nel suo partito. È bene intanto chiarire l’attuale stato delle cose. E bisogna ricordare a Minutillo e a tutta Fdi che dopo le dimissioni della sindaca Roberta Tintari il suo gruppo consiliare aveva tutta l’intenzione di proseguire la legislatura con il vicesindaco Patrizio Avelli che aveva dato la sua disponibilità almeno fino all’approvazione dell’assestamento di bilancio. Noi crediamo anche oltre.

Le dimissioni dei consiglieri hanno fatto cadere il castello di Fdi

Ci sono volute le dimissioni di 14 consiglieri comunali per fare cadere il castello di Fdi e di chi aveva ancora intenzione di sostenerli, grazie a un lungo processo di coordinamento delle forze di opposizione che si sono fatte trovare pronte nel momento in cui Terracina aveva più che mai bisogno di chiudere il capitolo politico e amministrativo di una maggioranza di destra a trazione civica. E grazie anche a qualche consigliere di maggioranza che aveva deciso di non poterne e volerne più.

Nessuno ci toglie dalla testa che se questo non fosse avvenuto FdI avrebbe tentato di tenere insieme comunque la maggioranza, fino a chiedere alla Sindaca il ritiro delle dimissioni, visto come dopo la revoca degli arresti domiciliari della Tintari hanno gridato al “complotto” e alla non sussistenza dei reati stessi.

E per chiudere il cerchio della questione politica e amministrativa al buon Minutillo, che evidentemente è di memoria corta e a cui piace ricordare solo le cose fanno comodo al suo partito, che nell’ultimo consiglio comunale, dove vennero inserite nell’ordine del giorno l’annullamento di tutte le delibere sugli ambiti di applicazione della legge di rigenerazione urbana, il suo gruppo consiliare è scappato dall’aula pur di non affrontare il tema facendo venir meno il numero legale e chiudendo i lavori anzitempo. E non tutti nella maggioranza erano d’accordo sull’azione eclatante quanto inutile di Fdi. Segnali di una crisi profonda già in atto. Uno dei tantissimi brutti capitoli della gestione comunale di questo partito.

Rita Visini

Il sostegno a Rita ha oggi un valore e un significato particolare per il nostro Circolo, perché si inserisce in un quadro politico locale che ha la necessità di ritrovare la fiducia nell’istituzione comunale e riportare la Politica al centro dell’azione di governo. Studi classici, laurea in Scienze Politiche, attualmente dirigente amministrativo del Centro Nazionale Trapianti dell’Istituto superiore di sanità, Rita è stata assessora regionale alle Politiche Sociali con Nicola Zingaretti ed è a lei che si deve la legge sul n, 11 del 10 /09/2016 di riforma del sistema regionale delle politiche sociali. A lei che si deve l’adozione del Piano sociale regionale 2017-2019, il primo atto di programmazione pluriennale delle politiche sociali predisposto dalla Regione Lazio dal 1999. Ha alle spalle tanti anni da ricercatrice e diverse pubblicazioni. È stata membro della direzione nazionale del PD. A lei il nostro totale sostegno e ci auguriamo di tutti coloro che hanno deciso realmente di dare un vero significato a questo voto.                      

Europa Verde

E veniamo anche al tema Europa Verde che, qualora ce ne fosse bisogno visto che in questi anni di legislatura comunale non ha mai perso tempo ad attaccare il PD, ha espresso pubblicamente di non appoggiare la candidata del PD bensì di SI. Premesso che ognuno è libero di scegliere chi appoggiare, riteniamo fuori contesto il loro intervento!!

Le battaglie si fanno nei luoghi appropriati, ci aspettavamo una battaglia da parte del portavoce Subiaco in seno al direttivo nazionale di Europa Verde e quindi in contrasto con i vertici provinciali, regionali e nazionali dello stesso partito altrimenti lo sfogo sui social e sulla stampa rimane una pura speculazione politica. Estrapolare una frase da un discorso complesso, dove era evidente anche ai sordi la critica all’amministrazione a trazione FdI da parte del nostro consigliere Cittarelli, sa molto di mistificazione della realtà.  Noi non siamo per i primati, che rimangono notoriamente soli. Siamo per il dialogo, il confronto, la costruzione. Solo così possiamo avere la forza tutti insieme di cambiare volto politico e amministrativo a questa città

 




Condividi Solo Terracina può dare un segnale forte e chiaro #25settembre